Cosa è l’AIDS e come si trasmette

hiv-aids-trasmissioneLa prima cosa da sapere è che l’AIDS è una fase avanzata dell’infezione legata al virus dell’HIV, noto anche come virus dell’immunodeficienza umana. Quindi è giusto parlare di infezione da HIV, piuttosto che di infezione da AlDS. Il virus dell’HIV lascia il corpo inerme ed uccide specificamente le cellule che difendono contro le malattie. Tale malattia può colpire qualsiasi persona che non adotta delle misure preventive e, per ora, è incurabile.

E’ scientificamente provato che i contatti di tutti i giorni non trasmettono l’HIV: baci, abbracci, condivisione di posate con persone infette, nulla di tutto questo porta il virus. In poche parole, l’amore e il sostegno di una persona non infetta non comporta dei rischi, al contrario, ha effetti positivi sulla salute del malato.

L’AIDS, come detto, è la fase avanzata della diffusione del virus dell’HIV, un po’ il suo stadio terminale. Quando si contrae l’AIDS si è a maggior rischio di decesso, purtroppo. Non esiste un tempo specifico di passaggio tra HIV e AIDS, ovvero quando l’uno evolve nell’altro. Ci sono persone che possono sviluppare l’AIDS in pochi mesi, mentre altre che possono mantenere attivo il virus dell’HIV nel corpo per anni. Purtroppo non è stata ancora data una risposta a questa cosa.

Coloro che rifiutano i modi in cui l’HIV può essere trasmesso non fanno abbastanza per la loro prevenzione. Ecco che è fondamentale sapere che tale malattia, che ricordiamo è incurabile, si trasmette per via sessuale (ovvero attraverso lo scambio di sperma e di secrezioni vaginali), attraverso il sangue di una persona infetta e attraverso il rapporto tra madre e figlio, dato che le donne infette possono trasmettere il virus al proprio bambino sia nel grembo materno che attraverso l’allattamento al seno.